Spesso siamo così smaniosi di vedere quanto “è verde l’erba del vicino” che ci dimentichiamo di quanto sia verde il nostro giardino! Nonostante io ami moltissimo l’Italia e la regione in cui vivo, il Piemonte, mi piace viaggiare per il mondo (soprattutto in Russia che considero un po’ una seconda patria, lo avrete capito!).

Il Piemonte è ricchissimo di testimonianze romaniche, come la suggestiva chiesa di San Secondo di Cortazzone (AT). Si trova in un luogo isolato su una collina poco lontano dal centro abitato. Difficilmente qui incontrerete altri turisti o visitatori e questo nella maggior parte dei casi farà sì che questo tesoro sia tutto per voi per il tempo che desiderate..

La chiesa non è sempre aperta e abbiamo dovuto recuperare la chiave all’indirizzo indicato sulla porta (oppure potete contattare i riferimenti indicati sotto). E’ un vero e proprio scrigno di architettura e scultura romanica. Tutto è un affascinante gioco di colore e ombre: la pietra e il cotto; la fine decorazione degli archetti pensili in facciata e lungo le navate; le lesene, la decorazione a scacchiera (a damiér) e i motivi “a dente di lupo” delle absidi. E poi ovunque l’esplosione di figure zoomorfe, animali e vegetali, nodi e intrecci che sembrano provenire direttamente dall’Evangeliario di Lindisfarne.

Per recuperare la chiave della chiesa potete contattare:

Ristorante Pizzeria Il Puffo

Distributore di carburanti Cortazzone